Due ispettori del nucleo di polizia tributaria lasciano Biella e si trasferiscono ad Alessandria

Ultimi articoli
Newsletter

Biella | Si sono distinti per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti

Due ispettori del nucleo di polizia tributaria
lasciano Biella e si trasferiscono ad Alessandria

Paolo Bruno e Federica Tirantello da poco sono genitori di Emanuele

Redazione Online

Il Maresciallo Capo Paolo Bruno ed il Maresciallo Ordinario Federica Tirantello assieme al piccolo Emanuele
Il Maresciallo Capo Paolo Bruno ed il Maresciallo Ordinario Federica Tirantello assieme al piccolo Emanuele

BIELLA | Venerdì scorso è stato l’ultimo giorno di lavoro, presso il Nucleo di Polizia Tributaria di Biella, per il Maresciallo Capo Paolo Bruno ed il Maresciallo Ordinario Federica Tirantello da poco diventati genitori di un bellissimo bambino di nome Emanuele. I due Ispettori hanno chiesto ed ottenuto il trasferimento presso il Nucleo di Polizia Tributaria di Alessandria luogo di origine del maresciallo Tirantello, 33 anni, giunto a Biella nel 2007 direttamente dalla Scuola Ispettori e Sovrintendenti de L’Aquila ed in possesso della Laurea Triennale in Economia e Finanza. 40 anni, avellinese di origine ma ormai biellese d’adozione, il maresciallo Bruno si è arruolato nel Corpo nel 1993 presso la Scuola Allievi di Ostia e, al termine del corso, è stato assegnato al Comando Regionale Lazio, dove ha prestato servizio per 2 anni con il grado di Finanziere.

Vincitore di concorso, entrò nel 1996 alla Scuola Sottufficiali dove, dopo un anno di studi a Cuneo ed un anno in quel di L’Aquila, è definitivamente trasferito con il grado di Maresciallo presso la sede di Biella. Da sempre impegnato nel settore del contrasto al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, l’Ispettore si è distinto in numerosissime operazioni di rilievo, da sottolineare il quantitativo di droga sequestrato nel solo 2012 ammontante a più di 230 kg. fra hashish, marijuana, cocaina ed eroina, fornendo alla comunità biellese un più che valido contributo alla lotta nel delicato comparto. La scorsa settimana, dopo essere stati festeggiati all’interno della caserma “Rinaldo Mussini”, i due Ispettori trasferiti hanno salutato emozionati i colleghi prima di raggiungere la nuova sede di servizio. Il Comandante Provinciale, gli Ufficiali alla sede e i colleghi tutti, augurano al piccolo Emanuele di crescere in salute ed a Paolo e Federica un “in bocca al lupo” per le future esperienze lavorative.

Venerdì 22 marzo 2013

© Riproduzione riservata

1779 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: